Aria di Primavera e Allergie in vista

La rinite allergica è un’infiammazione delle mucose nasali che si verifica quando il sistema immunitario reagisce in modo eccessivo ad alcuni allergeni inalati. Un allergene è una sostanza solitamente innocua per la maggior parte delle persone, ma che in alcuni individui, chiamati soggetti atopici, è in grado di produrre manifestazioni allergiche di varia natura, tra cui la rinite allergica.

Tra i più comuni allergeni presenti in natura vi sono

Pollini: Piccole particelle di polline prodotto da alberi ed erba sono una tra le cause più comuni di rinite allergica. La maggior parte degli alberi impollina da inizio a metà primavera, mentre le erbe impollinano alla fine della primavera e all’inizio dell’estate. Dunque, se un soggetto è allergico ai pollini, soffrirà di rinite allergica solamente durante la stagione primaverile e a inizio estate
Acari della polvere (piccoli parassiti che si nutrono della cute desquamata umana): Possono trovarsi comunemente in materassi, tappeti, mobili, cuscini e lenzuola. La rinite allergica non è causata dagli acari della polvere di per sé, ma da una sostanza chimica che si trova nei loro escrementi. Gli acari della polvere sono presenti tutto l’anno, anche se il loro numero tende ad aumentare durante l’inverno.
Spore prodotte da funghi, come la muffa.
Animali: Molte persone sono allergiche agli animali, soprattutto cani e gatti. Al contrario di quello che si pensa comunemente, la reazione allergica è causata solo in una piccola parte dal pelo animale, mentre il più delle volte l’allergene è rappresentato da pelle morta desquamata dell’animale che, seccandosi, può essere inalata dall’ambiente. Sebbene cani e gatti siano i responsabili più comuni, alcune persone sono allergiche ai cavalli, bovini, conigli e roditori. Stare vicino ai cani fin dai primi anni di vita può aiutare a proteggere dalle allergie per gli animali. Diversi studi confermano questa teoria, in particolare se si tratta di gatti

Quando gli allergeni sono i pollini, la rinite allergica si manifesta tipicamente durante periodi specifici dell’anno legati alla fioritura, soprattutto in primavera.

SINTOMI PIUCOMUNI

rinorrea (secrezione nasale eccessiva, ossia naso che cola),
prurito al naso e agli occhi,
attacchi di starnuti,
congestione nasale
gonfiore ed eritema congiuntivale,
gonfiore palpebrale (comparsa di occhiaie particolarmente marcate),
versamento dell’orecchio medio che può causare ipoacusia,
fotofobia (sensazione di fastidio alla luce)
irritabilità,
spossatezza,
disturbo del sonno

DIAGNOSI

Nei casi dubbi, possono essere aggiunti al Prick testalcuni esami del sangue, tra cui i più importanti sono

Prist test: valutazione del titolo anticorpale delle IgEsieriche totali, che nei soggetti affetti da rinite allergica è aumentato.
Rast test: test radioimmunologico per individuare IgE specifiche per specifici allergeni noti o sospetti.

 

Categories:

Scritto da Francesca Di Luca

Leave your comment

Please enter comment.
Inserisci il tuo nome
Please enter your email address.
Please enter a valid email address.